domenica 19 ottobre 2008

PASTICCINI DELLA DOMENICA




In Sicila o almeno dalle mie parti c'è un uso , uscire la domenica mattina per comprare i pasticcini , il giornale e la frutta secca , magari non tutti e tre ma uno sicuramente, se no non è domenica ,io questa settimana andando tra i vari blog ho letto quello di Roberto Murgia dove ho visto i cannoli siciliani e le pesche , dolci tipici delle nostre pasticcerie e allora ho pensato di provare a farli e poi ho aggiunto anche delle tartellette di pasta frolla e devo dire che oggi con la produzione industriale che ne è venuta fuori , ho diviso a tutti i miei parenti un vassoietto , per cui nessuno di loro e dovuto uscire per andare a comprare i pasticcini della domenica.

Questo l'esteno dei cannoli ("scorce"in siciliano )



Quelle più scure sono spennelate all'esterno con cioccolato fuso e poi passate nelle mandorle tritate.

per la ricetta vi rimando a my art.

Questo l'esterno delle tartellette :



Ingredienti:
400 g di farina 00
100 g di farina di mandorle (mandorle tostate e macinate col mix)
350 g di margarina
100 g di zucchero a velo
(in mancanza della farina di mandorle usare solo 100 g in più di farina)

Procedimento:
1) Settacciare la farina in un cantenitore capiente
2) unire lo zucchero e mescolare
3) unire la margarina a temperatura ambiente e tagliata a pezzetti
4) con le mani unire tutti gli ingredienti fino a formare una pasta omogenea
6) mettere l'impasto a riposare mezz'ora in frigo
7) dal frigo prelevare piccoli pezzi d'impasto , metterlo sulla spianatoia cosparsa di farina stendendolo col mattarello e tagliandone le forme con un coppapasta.
8) metterle in pirottini di carte sistemandone la forma con le mani
9) cuocere in forno caldo 20 /25 min a 180°









Questo l'esterno delle pesche dolci :



Per gli ingredienti e il procedimento rimando sempre a Roberto perchè non mi sembra giusto appropriarmi di una sua ricetta.







Per completare il lavoro occorre :
crema pasticcera
uva o altra frutta x decorare
crema di ricotta ( che ho usato sia per i cannoli che per metà tartellette)
decorazioni di cioccolato

Questo il risultato finale :

6 commenti:

ROBERTO ha detto...

Brava mariella!!! sono venuti bene anche se forse dovevi fare un pò più sottile la sfoglia dei cannoli! Le pesche sono venute bene brava!!! ti sei impegnata!
Il mio cognome è MURGIA...hihihh non Muggia!!! Ma va bene lo stesso!!! grazie tante per avermi citato e aver messo il mio link!!!ciao ciao

mariella ha detto...

ops !! scusa per il cognome MURGIA...OK..per quanto riguarda la sfoglia , io ho usato la macchina per la pasta e ho tirato la sfoglia fino al numero 4 come te... solo che non so se la macchina per la pasta sia uguale alla tua nonnapapere, per il resto grazie di tutto ..al più presto ti copio le camille.
ciao e buona domenica sera .

Ely ha detto...

mio diooooo ma che meravigliaaaaa e poi ho imparato una cosa nuova oltre ai pasticcini che i pirottini vanno in forno :-) ho una cugina che li produce e ne ho una grossa scorta! il tuo blog è bellissimo ti metto nei miei preferiti ciao Ely

mariella ha detto...

si ely anche io non ne sapevo nulla per i pirottini e non sapevo come fare x produrre abbastanza tartellette cosi ho rischiato e sono rimaste intatte!!!grazie x i complimenti ma anche tu non scherzi !!!

Laura ha detto...

Belli, belli

mariella ha detto...

grazie , grazie